Incontro RSU/AZIENDA del 28-01-2016 MATRICI ENEL e MATRICI COOP VOCE

 

Oggi 28 gennaio 2016, si è tenuto un nuovo incontro tra le RSU Call&Call Pistoia, il coordinatore regionale SLC\CGIL della Toscana, Samuele Falossi e i rappresentanti aziendali Call&Call, Filippo Benatti e Andrea Rivolta, al fine di trovare un eventuale accordo sulle nuove matrici per le piattaforme  ENEL e COOP VOCE .

 

Le RSU e il rappresentante SLC\CGIL hanno di nuovo riportato all’azienda e ai suoi rappresentanti, i dubbi e le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori in merito all’emissione dei nuovi turni di lavoro. Soprattutto sono state evidenziate le pesanti ripercussioni e problematiche che le nuove matrici generano sulla vita lavorativa delle persone, costringendo i lavoratori a turni di 9 giorni consecutivi di lavoro sulla piattaforma ENEL e dei fine settimana lavorativi consecutivi sulla piattaforma COOP VOCE.

 

Dopo un lungo confronto, e numerose proposte avanzate dalle RSU Call&Call Pistoia, non è stato possibile trovare un punto comune di intesa. Le RSU inoltre denunciano il comportamento irrispettoso di un delegato aziendale, nei confronti della delegazione sindacale, che dopo un lungo e acceso intervento di un componente RSU, ha improvvisamente abbandonato la videoconferenza, evitando di fatto il confronto con le RSU e il rappresentante SLC\CGIL, e mancando di dare il dovuto rispetto al loro ruolo e a tutti i lavoratori rappresentati.

 

Nonostante questo evidente gesto di ostilità nei nostri confronti, e le varie soluzioni offerte dalle RSU e ritenute inaccettabili dall’azienda, è stato responsabilmente deciso di fare un ultimo e decisivo incontro nella giornata di lunedi 1°Febbraio per trovare un’ipotesi di accordo condivisibile con i lavoratori, perche vista la totale chiusura di oggi dei rappresentanti aziendali, ci riservermo nel caso di mancato accordo, di decidere con i lavoratori eventuali azioni di protesta, se non saranno soddisfatte le nostre richieste.

 

Le RSU Call&Call Pistoia

In allegato il comunicato in PDF

comunicato del 28-1

 

Articoli Simili

Nessun Commento

Lascia un Commento